1

Discussione: Colposcopia: il mio corpo violato

Questa mattina mi sono alzata presto e in pigiama sono andata in terrazzo,ho visto sorgere il sole e pensavo al mio amore che è via per lavoro poi vi venne in mente quella volta già quella volta.
Ricordo tutto!
Il mio diamante definisco così i miei genitali come un bellissimo diamante…prezioso!
Un mese prima avevo fatto il screen il classico prelievo ed ero molto felice perchè stavo bene ero piena di energia e le mie mestruazioni erano perfette.
Una donna felice!
Poi un giorno guardai la casetta della posta e vidi la lettera del screen erano i risultati dicevo dentro di me “io sto benissimo”,ma invece non fu così.
Nella lettera diceva che dovevo fare un esame di routin e si chiamava colposcopia ed io capii che qualcosa non andava bene.
Comincia a documentarmi nei vari siti on-line medici però vedevo tante cose negative…mamma mia cosa ho fatto di male?
Andai da sola a fare l’esame perché io sono forte dissi dentro di me perché nessuno mi aveva spiegato cosa dovevo fare.
Mi ricordo il sguardo del dottore mi guardava come se fossi colpevole di qualcosa eppure sapevo che io nei rapporti sessuali sto molto attenta.
Tentai di spiegare al dottore ma nulla.
Il dottore mi disse che avevo cellule infette o tumorali questa cosa l’ho presa con il rapporto sessuale e mi devono togliere una parte dell’utero e poi dovevo entrare in un programma di cure.
Poi mi disse lei non può avere figli
Mi sono sentita morire di colpo!!
Mio dio cosa ho fatto di così male per sentirmi dire questo?
Mi misi nel lettino e cominciarono a fare i vari test e prelievi e dentro di me piangevo e gridavo,le mie gambe cominciarono a sentire freddo-molto freddo sentii che saliva e poi cominciai a  tremare.
Finito il prelievo mi disse ora scendi e non avere rapporti sessuali per una settimana.
Uscii dall’ospedale e mi sentii male ed ero da sola,guidai fino a casa e la mia mamma mi aiuto andare a letto.
Le mie gambe il mio ventre gridava dal dolore!
Rimasi a letto tutto il giorno,ma il mattino seguente provai ad andare al lavoro ma non riuscivo arrivare neanche alle scale dell’ufficio ed i miei colleghi mi aiutarono ad andare a casa.
Chiamai il dottore per gli spasmi che avevo dal dolore e feci delle punture per il dolore,avevo anche problemi ad andare in bagno perché ero infiammata rossa ed avevo molte perdite.
Rimasi a casa dal lavoro per 7 giorni!
Nessuno mi avevo detto che potevo avere queste reazioni il mio organismo.
I problemi cominciarono subito:
-non riuscivo ad andare in bagno
-avevo problemi ad avere le mestruazioni arrivarono due volte al mese
-il mio stomaco ed il mio intestino stavano male
-non riuscivo ad contrarre i muscoli genitali e avevo paura di toccarmi e guardarmi
Tutto andava male e molto male!
Ogni giorno andavo al lavoro e mi sentivo male,avevo capito che qualcosa non andava bene.
Quando si parlava si sesso dentro di me sentivo un grande dolore.
Non riuscivo ad contrarre i muscoli dell’utero sembravo un robot senza vita!
Presi appuntamento con una ginecologa e mi prescrisse di fare un ulteriore tampone.
Poi feci altri test.
Ma nessuno capita che avevo tanto male all’utero-intestino-gambe,neanche la ginecologa anzi mi disse se vuoi avere figli prima devi operarti.
Allora un giorno dissi e BASTA!
Presi appuntamento dalla fisioterapista e gli spiegai tutto mi visitò e con lei cominciai a trovare una sicurezza maggiore e presa di coscienza.
Con la fisioterapista feci un ciclo di sedute per i miei genitali e dopo un po’ le dissi “lo sai i miei muscoli dell’utero li sento”e poi cominciai ad avere l’orgasmo…mi misi a piangere dalla gioia!
Anche ora faccio gli esercizi e guardo i miei genitali…ascolto in silenzio perché sono belli.
Poi presi un appuntamento speciale direi andai dalla nutrizionista-biologa e lei fece un miracolo mi spiegò quali alimenti posso mangiare e quali non vanno bene al mio organismo ed ora con felicità peso 7 kg. In meno.
Una dieta giusta per me.
Dal stress ho perso un po’ di capelli.
Poi presi un appuntamento da un’altra ginecologa ed lei fece un miracolo!
Mi disse tu poi avere figli e se hai un virus la tua vita deve essere normale.
Poi mi disse che nessuno ti opera ma ti metto in lista per fare vari test di prevenzione.
Mi visitò con molta professionalità e competenza.
Posso dirlo?mi sento speciale davanti a Dio.

Dalla mia esperienza che sia piccola o grande ho capito una cosa:
prima di aiutare il prossimo è giusto prendersi cura di se stessi,in passato ho trovato dei medici un po’ maleducati ma poi ho avuto fiducia ed ho trovato bravi medici molto competenti e professionali,perché alle mie domande semplici loro capivano che io avevo bisogno di una conferma capii ad esempio che dovevo fare ginnastica perineale ed accettai di essere in sovrappeso ed capii che dovevo ascoltare il mio utero.
Vorrei dire una cosa queste esperienze non capitano mai per nulla capitano perché dobbiamo fermarci e ascoltare noi stessi.
Perché la nostra vita è un grande mosaico ed è bellissimo.
Oh dimentico…mi sono innamorata di un uomo davvero speciale e per me lui è un libro aperto,prima cosa gli raccontai la mia storia e poi lui ed io ci siamo innamorati.
La cosa più bella è quando mi ha detto:
-se non possiamo avere bambini li adottiamo
-ti amo per sempre
-tu sei il mio supporto
-sei la mia futura moglie
-sei intelligente



chiedo con gentilezza a tutti i dottori:
quando eseguite la colposcopia di avere amore verso il paziente perché ci sono donne sensibili e meno.
Finito l’esame se il paziente sta nel lettino due minuti in più forse è meglio (a me disse giù subito dal lettino).
Se abbiamo il virus non guardateci con occhi differenti perché noi tutte non siamo sempre in tour a fare sesso.

2

Re: Colposcopia: il mio corpo violato

cara Diamante...ricordo l'amore che avevi per il tuo perineo  tanto da fare più volte il corso per il piacere di conoscerti...

Quando ti ho rivista in occasione degli esiti di quell'esame invasivo ho davvero sofferto per te perchè credo che poche mie corsiste si siano così appassionate agli esercizi...

E leggere della tua rinascita mi ha davvero fatta felice.

L'uovo di giada lo usi ancora?
Vuoi raccontarci qualcosa in merito?
un grosso abbraccio!

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini

Re: Colposcopia: il mio corpo violato

L'uovo di giada lo uso ancora perchè è un strumento che per me è valido per fare gli esercizi.
A volte l'uovo di giada è visto come qualcosa di strano (tipo sexy shop) ma posso confermarti che l'uovo è un strumento di lavoro.
Nell'antichità cinese e giapponese veniva utilizzato per le donne ed ora ti posso dire con certezza che gli esercizi fatti con l'uovo aiutono molto ed è adatto a tutte le donne che fanno problemi piccoli-medi o grossi,tipo:
-interventi all'utero/genitali
-incontinenza
-risvegliare i muscoli dell'utero e pavimento pelvico
-si crea una nuova energia equilibrata

cosa ha di bello l'uovo di giada?
assorbe la nostra energia in più,tipo stress e dolori e ci toglie tutto il dolore che abbiamo.(preciso che non basta un semplice esercizio ci vuole costanza e molto tempo,ma i risultati arrivano e rimangono).

ho letto un articolo in un sito americano hospital  riguardo interventi chirurgici etc..e ho notato che anche loro dopo l'intervento chirurgico o cure utilizzano l'uovo di giada per fare fisioterapia genitale.

un abbraccio grande!

4

Re: Colposcopia: il mio corpo violato

pur facendo solitamente uso dei coni vaginali, di minor costo e pù facile acquisto, con Diamante ho trovato utile proporre l'uovo di giada.

Il motivo preciso della mia scelta non lo so ancora ma credo sia stato legato all'esigenza da lei espressa da subito di "interagire" con qualocosa di naturale.

Il suo perineo era chiuso e spaventato e l'uovo era di dimensioni minute (lo abiamo scelto insieme su 6 possibilità).
Diamante ne percepiva la proprietà "assorbente" nel senso che lo sentiva "assobire calore e tensione" dall'area vaginale.

Attraverso semplici esercizi di presa di coscienza ma soprattutto tanta amorevolezza verso una parte cosi "invasa" è tornata ad avere un rapporto sereno e felice con se stessa e con la sessualià.

Credo sia un bellissimo esempio di una persona che "si è presa cura di sè..." e non ha delagato il processo di guarigione...

Un abbraccio a Diamante che vedo sempre con gioia! :affetto:

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini