1

Discussione: Anima vaginale

E' una cosa che ogni donna sa...la vagina ha un'anima.
Spesso esprime prima della mente razionale il disagio di una relazione.

Un sintomo apparentemente banale come la secchezza è certo a volte espressione di sbalzi ormonali ma spesso e molto più di un disagio nella relazione con il partner.

Candidosi e vaginiti hanno certo basi infettive ma se recidivanti e protratte per mesi o anni sono correlate con un "non voler più intimità" con quell'uomo che sosteniamo di amare ancora.

E' difficile dare ascolto ai disagi che il corpo esprime, è difficile ricnoscere "autorevolezza" alla vagina...
Quella parte del corpo così poco considerata ha spesso il potere di dirci come stiamo veramente nell'intimo.

Fare l'amore significa "lasciar entrare" nel profondo l'altro per una donna...non è "entrare" come per un uomo....


Lasciar entrare è decisamente diverso...rispettare i segnali di rifiuto...darsi il tempo di capire che ci sta accadendo...e soprattutto chiederci perchè l'altro piano piano non ha più accesso al nostro intimo è essenziale.


Mi piace pensare che finalmente la donna (e l'uomo che la ama) riconoscano questa "sacralità" e la rispettino...

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini