Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

1

Discussione: Leggende delle Dolomiti

Mi è stato regalato un libro meraviglioso dal titolo "Donne selvatiche".
Finalmente ho conosciuto una mitologia radicata nella mia terra e ne sono entusiasta.
La figura delle Saliga, donna dei boschi mi ha a tal punto toccata da spingermi a fare ricerche su tutto ciò che è ad essa connesso.

E per rompere lo schema del postare figure femminili, posto i Giganti, nemici delle Salighe, che sicuramente molte e molti di noi potranno riconoscere in persone davvero esistenti....Metafora di quegli uomini che non sanno liberarsi dalla parte rozza e dude che li porta a voler "catturare" e annientare la Saliga che è in ogni donna.


I «Giganti» delle alpi altoatesine nella Leggenda
Provincia di Bolzano


Le leggende dei giganti nacquero insieme con quelle delle gentili Salighe. E mentre queste contrassegnano il periodo aureo dell'ingenuità e dell'innocenza, le leggende dei giganti ricordano tempi duri, difficili, in cui dominavano la violenza, l'odio, la persecuzione dell'uomo, delle Salighe e degli Elfi.
I giganti erano creature mostruose, di statura enorme, simbolo della forza bruta. Presi dalla furia, scagliavano rocce grandi come case da una montagna all'altra, al di là della valle. Si trovano infatti un po’ ovunque dei massi chiamati per tradizione «Pietra (o Sasso) del Gigante» e talvolta essi recano ancora impresse le orme dei piedi e delle mani del gigante che li scaraventò.
La fantasia popolare ritiene i giganti ottusi di mente, di animo rude, maligni, brutali e vendicativi, propensi all'inganno e all'ira.
Il corpo del gigante era coperto di fitto pellame grigioverde, tanto da sembrare rivestito di «barba di bosco».
Dalla schiena, ruvida come una roccia, pendeva un mantello di pelle d'orso, tenuto chiuso da bottoni di ammoniti o da conchiglie, che, urtandosi tra loro producevano un suono gradito al gigante, quand'egli camminava, ma che era però anche un segnale d'allarme per i pastori e per i contadini, che si mettevano al sicuro. Era l'epoca in cui i giganti mangiavano gli uomini, preferibilmente i bambini, compresi i propri figli.
Il collo del gigante era corto e robustissimo come quello del toro; la sua testa era grossa, la barba setolosa. Gli occhi sporgenti rotavano come dischi incandescenti, quand'era arrabbiato. E arrabbiato il gigante lo era sempre.
La sua voce era cavernosa, profonda: sembrava, quando parlava, il brontolio del temporale o il fragore d'una cascata d'acqua. Il suo urlo faceva crollare le valanghe di neve e le pareti rocciose.
Si cibava di carne cruda di animali da lui uccisi, di radici, di erbe e di foglie. Al contadinello che gli chiese che cosa mangiava, il gigante della Valle Aurina rispose con voce cavernosa: pece di mucca e cavallette, intendendo dire burro e camosci.
Quando dormiva, russava talmente forte, che sembrava ci fosse il temporale; se inspirava, gli alberi si piegavano fino a toccar terra con la vetta; se espirava, li lanciava in aria come fruscelli.
Desiderando accendere il fuoco, il gigante sradicava due piante resinose, le fregava due volte tra loro e le piante si accendevano. Teneva in mano, a mò di bastone, un robusto abete con le radici, che sostituiva di frequente; e in tale posa il gigante viene ancor oggi rappresentato.
I giganti avevano raramente una famiglia. Vivevano in spelonche naturali o in antri fatti da loro stessi, spostando le rocce. Uscivano alla caccia di Salighe, le uccidevano e le facevano a pezzi. Taluni giganti invece, come il Canari e il Rotkropfl, le pigliavano e le tenevano prigioniere per goderne il bel canto.

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

2

Re: Leggende delle Dolomiti

...e le Salighe....

La Saliga

Nei tempi passati i boschi della Val Gardena erano abitati da splendide fanciulle chiamate salighe. Queste gentili creature, molto strane e misteriose, avevano tra le varie particolarità quella di non poter essere mai toccate con il dorso della mano.

A tal proposito la leggenda narra che una saliga della Val del Mesdì si recò un giorno a Pezzei per fare acquisti e incontrò un baldo giovane. Tra i due sbocciò una grande passione e per coronare il loro sogno d’amore decisero di lì a breve di sposarsi. Al matrimonio, però, la saliga aveva posto una precisa condizione: ovvero, che lo sposo non avrebbe mai potuto toccarla con il dorso della mano.

Gli anni trascorrevano in felice armonia e tanti bei pargoli animavano l’ambiente domestico. Ma pare che il destino non permetta alla felicità di durare a lungo e così una sera d’estate, mentre la mamma premurosa stava facendo il bagno ai figlioletti, le si posò sulla guancia un fastidioso moscerino. Chiese allora al marito se poteva scacciarle via l’insetto e lui, dimentico ormai della promessa fatta il giorno delle nozze, le accostò il dorso della mano alla guancia.

Che tremenda sciagura, negli occhi della dolce saliga non fecero neanche in tempo a scintillare lacrime di dolore che svanì per sempre.

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini

Re: Leggende delle Dolomiti

Mi piace e mi incuriosisce questo testo, Stella. Io ho letto, riletto e regalato a molti " il maschio selvatico", un libro che ogni uomo dovrebbe leggere. Mi ha aperto molti orizzonti e chiarito aspetti per molti versi oscuri, di me... una pietra miliare del mio essere uomo, dello scoprire il mio maschio...

../../extensions/happysmilies/happyimg/smile ogni giorno è mattino ../../extensions/happysmilies/happyimg/smile

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 684

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

4

Re: Leggende delle Dolomiti

maschioselvatico ha scritto:

Mi piace e mi incuriosisce questo testo, Stella. Io ho letto, riletto e regalato a molti " il maschio selvatico", un libro che ogni uomo dovrebbe leggere. Mi ha aperto molti orizzonti e chiarito aspetti per molti versi oscuri, di me... una pietra miliare del mio essere uomo, dello scoprire il mio maschio...

..la versine al femminile sta facendo lo stesso effetto su di me...mettendo il seme di domande esistenziali importanti....
Ciao Mauro!  :ehehehciaociao:

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini

Re: Leggende delle Dolomiti

la Saliga della Val del Mesdì....che grande verità celata in una leggenda....non importa quanta cura ti prendi della Saliga, non contano tutti i gesti d'amore e l'affetto che gli dai....la perderai per un semplicissimo ed apparente gesto.....un piccolo errore.....una dimenticanza

"L’ignoranza è la materia con cui la cella invisibile è stata costruita lentamente nel tempo e la conoscenza invece la chiave che ci porta alla libertà."

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 684

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.stelladechino.net/home/forum/include/parser.php on line 738

6

Re: Leggende delle Dolomiti

matteo65 ha scritto:

la Saliga della Val del Mesdì....che grande verità celata in una leggenda....non importa quanta cura ti prendi della Saliga, non contano tutti i gesti d'amore e l'affetto che gli dai....la perderai per un semplicissimo ed apparente gesto.....un piccolo errore.....una dimenticanza

...risuonano queste parole....

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini