1

Discussione: Il mio lavaggio energetico emozionale

Ora tocca a me...
Zepar è ormai amico più che paziente.

Abbiamo condiviso una cammino di scoperta e pian piano ha preso confidenza con la tecnica ma soprattutto con il sentire del lavaggio.

E così gli ho chiesto di farlo a me.
Si..io...paziente..o meglio io senziente..

Ecco la mia esperienza.



Le sue mani..la mia gola...ho una cappio che stringe...-Slegami da questo laccio che mi toglie il respiro- Lo penso non lo dico..e lui va lì..

Vibro e il bacino sussulta...nessuna emozione...solo senso di grande energia vitale..

Poi improvvisamente mi trovo con i pugni chiusi ...prendo a pugni il lettino con una "gioiosa rabbia" che via via diventa sempre più impetuosa...vorrei dire "Lasciami in pace" ma non so a chi...sale la rabbia sale..e diventa...risata!

Mi tocca il torace e la gola insieme..esce il pianto di una bimba..sommesso..ho il viso imbronciato..lo percepisco e non so perchè...

Vibro ancora...che forza ha il mio bacino! Improvvisamente silenzio..profondo silenzio...pace ..pochi secondi di infinito....Indimenticabili secondi.

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini

2

Re: Il mio lavaggio energetico emozionale

E di nuovo...fermi immagine della mia infanzia...ricordi di bimba che sembrano macigni........era insopportabile vedere il dolore negli occhi di chi amavo...
Flasch: devo aiutare..devo fare qualcosa....
Flash: rabbia...non è giusto...


E' tutto alla base del mio sterno: da li partono come scariche mnemoniche di momenti che credevo dimenticati.

Piango..di un pianto adulto stavolta.

La mano di Zepar sale verso la mia gola: sento il gusto delle caramelle rossana della nonna Elvira: vedo il suo viso....La tenerezza nei suo occhi...

Lacrime calde...senso di affetto profondo...

Pace.

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini

3

Re: Il mio lavaggio energetico emozionale

E' davvero strana l'emozione che nasce anche solo dalla lettura di un'esperienza così profonda: affascinanate,  misteriosa, magica ma del tutto reale... suscita sentimenti contrastanti di voler capire e di serena accettazione di fronte alla complessità umana.

4

Re: Il mio lavaggio energetico emozionale

Ho smesso di narrare le mie esperienze di lavaggio...ma ora ne sento di nuovo il bisogno.
Da qualche mese ho inizato a coltivare quotidianamente esperienze di bioenergetica e un paio di settimane fa ho avuto modo di risperimentare il lavaggio.

Con stupore ho notato che la qualità del mio vibrare è cambiata moltissimo...
E che la FORZA che il mio corpo trattiene è enorme..quasi da spaventarmi.

Zepar ha trovato un nuovo modo di toccarmi. Più lento, più sicuro.
Connette aree ora...
Utero e stomaco ad esempio...e sento che improvvisamente un terremoto si sprigiona...sussulta il mio corpo con violenza e ho paura...paura di perdere il controllo dei suoi movimenti.. paura che mi si stacchi il capo che scatta con movimenti ritmici...

LA NUCA! Quante emozioni trattiene...sento che dallo stomaco alla nuca passa qualcosa di forte...chiedo a Zepar di premere su quel punto tanto carico..e la vibrazione cambia.
E' raffinata ora...più leggera e regolare...ma intensa comunque...

Sudo..io che non sudo quasi mai sono grondante di sudore...non si muovono particolari emozioni ma sento che dentro di me c'è tanta vita..che non esprimo appieno.

Esco da questa esperienza con una nuova consapevolezza..credo di aver appena iniziato a conoscere il mio mondo.

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini

5

Re: Il mio lavaggio energetico emozionale

In  un lavaggio di qualche mese fa invece...

Zepar è sulla mia gola...non succede nulla poi..improvvisamente mi ritrovo scalciante! Si sto scalciando!

Ma perchè?
Mi sento spaventata ma non sono nel tempo presente...sento la mia voce uscire ma non sono io a comandarne l'uscita.
Esce dal profondo di me con tono di bimba.
Mi rendo conto che sto dicendo "Mamma mammaaaaaaaaaaa"!
Porca miseria sono davvero impaurita!

Ma mi vedo e mi vivo da fuori con distacco e stupore.

Ho la sensazione di essere stata abbadonata...sola e molto piccola.
"Mamma mamma!!!"...

Poi silenzio...poi pace....

sensazione bellissima di aver lasciato andare un ricordo antichissimo che nemmeno sapevo di avere..

Riflessione: solo se non ci si sente giudicati ci si può abbadonare cosi...lasciarmi guardare mentre rivivo e incarno una bimba di tre anni in preda ad una crisi di nervi accade solo perchè mi sento accolta ed amata per come sono.

Grazie Zepar

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini

6

Re: Il mio lavaggio energetico emozionale

ed è di nuovo lavaggio...stavola per caso mi sfiora gli occhi...e sembra che me li stia "togliendo". Sento un dolore lancinante dentro le palpebre...fa malissimo...lo prego di togliere le dita ma non lo fa.. a quel punto comprendo che non sta premendo affatto ma che sono i miei occhi a "generare" quel dolore...Il dolore si fa sempre più acuto ma cerco di stare calma...e vedo...una macchia nera espandersi come inchiostro...diventare enorme....

Il giorno dopo nuovo lavaggio...vibrazioni violente mi scuotono. Zepar rimante in silenziosa attesa che il mio corpo dia "indicazione" e le sue mani si muovono MOLTO lentamente... Ho la sensazione di essere tagliata in due..bacino e gambe sussultano..ma al di sopra tutto tace.
Ad un certo punto Zepar appoggia una mano sul mio stomaco...e sento che immediatamente qualcosa si risveglia..è...è..una risata!!!! Inizio a ridere di pancia e non riesco a fermarmi..mi chiedo se Lui pensa che lo stia prendendo in giro...Ma il pensiero se ne va veloce..come il tempo di rendermi conto della risata.

Quando smetto di ridere...parte la "bomba"...il mio corpo come nelle esperienze precedenti ma molto più violentemente sussulta verso il capo che sbatte sul letto facendomi molto male...L'unico pensiero che riesco ad elaborare è "Quanta vita dentro di me..." e poi è un terremoto infinito...tutto ormai si scuote..spalle...tronco...testa....e ho molto caldo. Emozioni pochissime...

Inprovvisamente...LA PACE. Vedo al centro del nero una macchia viola allargarsi ed espandersi...e diventare blu elettrico...ed è silenzio...

Grazie Zepar...

"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."Alda Merini